News

ALBERO SEMPREVERDE

Interventi di potatura esistenziale

 Abbiamo assistito alla potatura del Lentischio, dietro i vetri della finestra della sala  grande,

al sicuro da quel rumore  assordante, troppo forte per le nostre orecchie.

Abbiamo visto cadere ad uno ad uno i rami, che privati della loro linfa vitale, sarebbero presto diventati secchi.

Qualcuno aveva pensato bene di trasportarli in prossimità del forno esterno, dove generalmente si getta via quello che non conta e che non  serve più.

Come se da quei rami non fosse possibile ricavare più nulla, se non legna da ardere, a rivestirli così dell’ultimo brandello di senso prima della fine.

Ma il senso e il valore delle cose non dipende certo dall’oggetto in sé, quanto dal nostro modo di guardare alle cose, o meglio di vederle e di sentirle.

Abbiamo recuperato quei rami  spogli e li abbiamo rivestiti delle nostre premure, dipinti, decorati, arricchiti del nostro estro artistico.

Il nostro sguardo ha cambiato il loro destino, regalandogli ancora una possibilità di vita, come sempre accade quando sappiamo guardare oltre le  cose.

Concludendo questa storia ci auguriamo un Natale che possa far nuove tutte le cose

Regalandoci uno sguardo capace di vedere

Per rivestire di premure chi ci circonda

Regalando ancora delle possibilità.

 Silvia