News

Alfredo, ciao

 

Ciao Alfredo, oggi ci hai chiamati tutti a partecipare a questo evento, nel giorno della tua commemorazione,  che abbiamo preparato e curato nei minimi dettagli e  tu col tuo sguardo benevolo   e quel sorriso compiacente ci guardi “dall’alto” di uno dei tanti fotogrammi che meglio ti rappresentano. Sembri divertito, e a tuo modo osservi noi che  qui raccontiamo di te. Le note del flauto e della chitarra intonano il canto d’apertura e inizia così la tua “festa” di commemorazione. Il filmato che parte racconta, sulle note dell’Alleluia, di un Alfredo spesso accovacciato nel suo cantuccio caldo e sicuro, ma capace anche di lasciarsi trascinare in balli e canti lasciando tutti sorpresi. Tra i presenti scende  qualche lacrima e la commozione scorre e ci attraversa, fermandosi a rivelare l’aspetto più umano e bello di ognuno di noi. Ora illuminati dalla luce flebile di una candela esprimiamo attraverso un gesto forte e significativo, che si imprime per sempre nella nostra memoria, il nostro affetto per te. Concludiamo con la tua canzone preferita “ Mamma son tanto felice”. E’ così che ci piace ricordarti signor “11” perché quando cantavi questa canzone ti accendevi di un entusiasmo particolare che era solo il tuo e di nessun altro e anche i tuoi dolori scomparivano per lasciare spazio al ricordo dolce e rassicurante di una mamma, la tua, che oggi ti è accanto per sempre.

                                                                                                 

15/06/2012                                                                                                    Silvia  Salis