News

Passata l’estate canonica, ma non quella meteorologica, ci accingiamo a ripulire l’orto e impiantare nuove colture, soddisfatti dei risultati ottenuti finora nonostante siamo degli orticoltori principianti. Come detto in precedenti articoli, l’orto sinergico è anche un pretesto, un simbolo, dal quale estrapolare qualcosa che vada oltre il discorso naturalistico e investa la sfera sociale e delle relazioni umane. Per questo motivo stiamo pensando a come fare dell’esperienza orticola un punto di partenza nella generazione di cambiamenti culturali importanti che si riverberino nella qualità della vita di tutti. Invitiamo pertanto tutte le persone interessate non solo a “restare in ascolto”, ma anche ad essere propositive e disponibili a coinvolgere e farsi coinvolgere in azioni concrete.
Ė tempo di …………….semina.       Davide